fbpx

Capo c’è un problema: cosa facciamo?

C

 

Ascolta su Spotify
Ascolta su Apple Podcast
Ascolta su Spreaker
Ascolta su Overcast

 

Problema di business. Devi parlarne col capo. Capo c’è un problema: cosa facciamo? Il capo pensa: non mi servi, non ho bisogno di uno che mi porta i problemi, arrivano da soli. Tira tu le conseguenze.

Alle mie persone suggerisco di fare così.

Andare dal capo di persona (no mail).

Usare questo schema.

A) Capo c’è un problema (descrizione sintetica ma precisa). B) Ci ho lavorato su e ho individuato queste possibili soluzioni: soluzione 1 (pro e contro), soluzione 2 (pro e contro), soluzione 3 (pro e contro). C) Io mi attiverei per portare avanti la soluzione 2. D) Concordi?

Possibili risposte: 80% Si (se è ragionevole e se ne occupa il collaboratore questa è la cosa più semplice per il capo), 15% No facciamo la 1 (simile alla precedente), 5% No dobbiamo trovare un’altra soluzione (improbabile perché: se sei bravo una delle tre va bene, se dice No poi il capo deve sbattersi per trovare con te un’altra soluzione).

Comunque vada avrai portato al tuo manager non un problema ma tre possibili soluzioni, avrai proposto una tua scelta (propongo soluzione 2) e ti sarai preso la responsabilità di portare avanti la soluzione in prima persona. Cosa pensa di te il capo? Questo ha le palle. Se poi risolvi il problema: questo è in gamba. Se ripeti lo schema tante volte e risolvi tanti problemi: questo è un leader, merita di crescere.

Schema sperimentato più volte. Da collaboratore e da manager. Funziona. Semplice, no? Allora perché lo fanno in pochi? Perché per trovare tre soluzioni ragionate bisogna essere bravi e lavorarci su, e tanto.

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il fare.